SE LA CASA E’ IN LEGNO IL TERREMOTO NON FA’ PAURA

November 4th, 2008

Yoshimitsu Okada, uno tra i maggiori studiosi al mondo nel campo dei terremoti , è stato  il primo a complimentarsi con il Professore Ario Ceccotti, Direttore dell’Istituto per la valorizzazione del legno e delle specie arboree del Consiglio nazionale delle ricerche “IVALSA – CNR. “Sofie “ la casa di legno di sette piani, è alta 23.5 metri e nasce grazie ad un progetto di ricerca finanziato dalla Provincia autonoma di Trento e ha resistito con successo al test antisismico considerato dai giapponesi il più distruttivo per le opere civili. Mai prima d’ora al mondo una struttura interamente in legno aveva resistito ad una simile forza d’urto, se si fa eccezione per la sorellina di Sofie a tre piani che nel luglio del 2006 è stata sottoposta a tre simulazioni che hanno riprodotto il terremoto avvenuto a Kobe , in Giappone nel 1995 che raggiunse un intensità di 7.2 Richter, quello di El Centro , verificatosi nel 1940 nella parte meridionale della California di magnitudo 6.7 ed infine il terremoto di Nocera Umbra del 1998, di magnitudo 5.8. L’esperimento ha avuto luogo a Miki in Giappone presso L’Istituto nazionale di ricerca di scienze terrestri e prevenzione disastri. Il test è il risultato finale di studi e di ricerche durate cinque anni, che hanno individuato nella combinazione di materiali e connessioni meccaniche del prodotto la tecnica costruttiva ideale contro i terremoti. Un ipotesi inconcepibile fino a qualche tempo fa, se si pensa che le normative internazionali vietano le costruzioni di legno in zona sismica sopra i 7.5 metri di altezza. A Miki , dopo la tragedia di Kobe il governo giapponese ha realizzato il principale centro di sperimentazione antisismico al mondo, dove dal 2004 vengono testati centinaia di prototipi di abitazioni, ponti, palazzine e opere civili ed industriali. La lista d’attesa per accedere all’ E-Defence e ottenere l’unica certificazione antisismica riconosciuta in tutto il mondo, dura anni: il prossimo anno la Colorado State University testerà una casa di legno a sei piani, ma questa volta gli italiani hanno battuto in tempo e in altezza gli americani.

Tratto da Ivalsa-CNR

Decreto-legge 25 giugno 2008. n. 112

September 8th, 2008

Testo del decreto-legge 25 giugno 2008, n.112 coordinato con la legge di conversione 6 agosto 2008, n.133 recante: disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria.

1.Entro il 31 marzo 2009 il Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro per la semplificazione normativa, emana uno o più decreti, ai sensi dell’art. 117 della legge 23 agosto 1998. n. 400, volti a disciplinare:

a)il complesso delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all’interno degli edifici prevedendo semplificazioni di adempimenti per i proprietari di abitazioni ad uso privato e per le imprese;

b)la definizione di un reale sistema di verifiche di impianti di cui alla lettera a) con l’obiettivo primario di tutelare gli utilizzatori degli impianti garantendo un aeffettiva sicurezza;

c)la revisione della disciplina sanzionatoria in caso di violazioni di obblighi stabiliti dai provvedimenti previsti alle lettere a)e b)

2. L’articolo 13 del regolamento di cui al descreto del Ministro dello sviluppo economico22 gennaio 2008, n. 37 è abrogato

2.bis. Sono abrogati i commi 3 e 4 dell’articolo 6 e i commi 8 e 9 dell’articolo 15 del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192.

Decreto Legislativo 19 agosto 2005, n. 192

Attuazione della direttiva 2002/91/Ce relativa al rendimento energetico nell’edilizia”

Comma 3: Nela caso di trasferimento a titolo oneroso dell’intero immobile o della singola unità immobiliare,l’attestato di certificazione energetica è allegato all’atto di compravendita, in originale o copia autenticata.

Comma 4. Nel caso di locazione, l’attestato di certificazione energetica è messo a disposizione del conduttore o ad esso consegnato in copia dichiarata dal proprietario conforme all’originale in suo possesso.

Comma 8. In caso di violazioni dell’obbligo previsto dall’art.6, comma 3, il contratto è nullo. La nullità può esser fatta valere solo dall’acquirente.

Comma 9. In caso di violazione dell’obbligo previsto dall’art.6, comma 4 il contratto è nullo. La ullità può essere fatta valere solo dal conduttore.

 


Ecovillegroup nuovo sito e comunicazione in stile web2

September 30th, 2007

E’ da poco stato presentato il nuovo sito di ecovillegroup azienda da sempre orientata alla bioedilizia di alta qualità, che ha da sempre puntato sul benessere abitativo come obiettivo nella costruzione delle case. Si stanno consolidando come punto di riferimento per la bioedilizia.

www.ecovillegroup.com

Notiziario ENEA calcolare il fabbisogno energetico delle case

July 22nd, 2007

Consigli pratici per risparmiare energia per affrontare l’estate.


DIPINGERE LE CASE DI BIANCO AIUTA IL PIANETA

July 17th, 2007

Personalmente d’estate mi vesto sempre di bianco, ed acquisto soltanto t-shirt bianche per due motivi essenziali, il primo: perchè sono più fresche; il secondo: perchè non si scolorano e quindi hanno una durata maggiore.
Quindi sono stato molto sorpreso quando ho letto questo articolo sul sito www.biancoriflettente.it, non pensavo di contribuire anche alla salvaguardia del pianeta con le mie scelte estetiche, infatti questa idea è addirittura un brevetto italiano con cui si dichiara si potrebbero abbattere in modo consistente le emissioni di CO2.

Riporto quanto dichiarato nel sito:

L’incremento delle immissioni nell’atmosfera di gas serra ed in particolare di CO2 derivanti dalle attività antropiche, concorre all’aumento della temperatura media del nostro pianeta.

La comunità internazionale, l’Unione Europea e i singoli stati hanno cercato soluzioni attraverso accordi, direttive e norme (protocollo kyoto, direttiva energie rinnovabili, direttiva risparmio energetico, incentivi energie rinnovabili, etc.) al fine di limitare l’immissione di gas serra climalteranti nell’ambiente.
Una soluzione complementare in grado di dare un contributo significativo alla soluzione del problema del Global Warming o riscaldamento globale è quella di migliorare l’albedo medio della Terra, aumentando la quantità di energia che, provenendo dal sole è riflessa dalla Terra stessa e quindi non contribuisce al suo riscaldamento.
La Terra e la sua atmosfera può essere infatti considerata un sistema termodinamico che scambia energia con l’Universo ed i corpi celesti, in particolare con il Sole e la volta celeste. Partendo da questo concetto è possibile trovare la soluzione del problema, una soluzione concettualmente semplice destinata a rivoluzionare l’approccio ai cambiamenti climatici. Si tratta cioè di mettere in atto provvedimenti compensativi che provocano effetti opposti a quelli prodotti dall’aumento della concentrazione di gas serra in atmosfera, ristabilendo un equilibrio di scambio termico per irraggiamento in Watt/m2 pari a quello dell’era preindustriale. In tal modo è anche possibile compensare la riduzione delle superfici riflettenti ghiacciate delle calotte polari e dei ghiacciai perenni conseguente al Global Warming. Read the rest of this entry »

Detrazioni fiscali del 55% per interventi di riqualificazione energetica

July 16th, 2007

La Circolare 36/E del 31 maggio 2007 con la quale
l’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti in merito alla detrazione
del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli
edifici, prevista dalla Finanziaria 2007 (commi 344-347) è finalmente uscita.
Con l’apporto di questa circolare ora le agevolazioni sono di facile individuazione e di fatto sono realmente concretizzabili.

In estrema sintesi per chi
adotta nuove soluzioni per ridurre gli sprechi energetici della propria
casa viene riconosciuta una detrazione d’imposta nella misura del 55%
delle spese sostenute entro il 2007, da ripartire in tre rate annuali
di pari importo.
L’agevolazione, a differenza di quella per le semplici
ristrutturazioni, riservata ai soli edifici residenziali - interessa i
fabbricati di tutte le categorie catastali (anche rurali) compresi
quelli strumentali.

La detrazione viene concessa in relazione alle ristrutturazioni
edilizie che investono sulle tecniche di coibentazione sulla muratura
dell’edificio, includendo ora anche i tetti e le pavimentazioni, gli
impianti di riscaldamento e la produzione di acqua calda da energia
solare. Al risparmio dei lavori di costruzione si aggiungono i risparmi
considerevoli delle spese domestiche per il riscaldamento e il
raffrescamento degli edifici, come per la produzione di acqua calda. A
termine dei lavori si dovrà procedere alla certificazione, che dovrà
evidenziare il miglioramento della prestazione energetica dell’immobile.

Powered by ScribeFire.


Come scegliere fornitore energetico

July 14th, 2007

Che cosa succede dal 1° luglio

Dal 1° luglio 2007 in Italia, come nel resto d’Europa, scatta la completa liberalizzazione della domanda di energia, in attuazione delle Direttive UE 54 (elettricità) e 55 (gas) del 2003.
Si tratta di una ‘rivoluzione’ che nel nostro Paese riguarda quasi 30 milioni di famiglie che potranno rivolgersi a venditori di energia elettrica anche diversi da quello da cui sono state rifornite sino ad ora, scegliendo l’offerta ritenuta più interessante. Attualmente poteva cambiare fornitore di elettricità solo chi aveva una partita Iva.
Per il gas, invece, tutti i consumatori possono scegliersi il venditore già dal gennaio 2003, in quanto l’Italia ha anticipato le scadenze europee sulla liberalizzazione.

Per essere informati sulle possibilità legate a questa opportunità esiste il sito dell’autorità per l’energia e il gas.


Energia solare dai balconi

June 20th, 2007

Si chiama Icaro Balcony ed è una delle nuove innovazioni in termini di energia dal sole presentata ad Arezzo nell’ambito di Agrienergie 2007. Si tratta di un collettore composto da 20 tubi sottovuoto di lunghezza ridotta e facilmente applicabile sulle ringhiere dei balconi senza alcun impatto visivo. Il prototipo è stato realizzato dalla Fabbrica del Sole, una cooperativa che opera nel settore della ricerca e dell’innovazione nel settore dello sviluppo delle energie da fonti rinnovabile. Tra le iniziative promosse da questa realtà il Progetto Idrogeno Arezzo che ha portato alla realizzazione del primo idrogenodotto al mondo in area urbana.

Intanto prosegue ad Arezzo la manifestazione Agrienergie 2007 organizzata da Regione Toscana, Arsia, Toscana Promozione con il contributo tecnico di Aiel e Pawlonia, con la partecipazione di molte aziende operanti nel settore e degli Enti territoriali che si sono distinti nella promozione di queste tecniche in molte realtà rurali anche extraregionali, in particolare del Centro-Sud, si presenta con un salone specializzato ed una parte espositiva esterna, dove tutte le macchine presentate sono fatte funzionare per il pubblico.


PRIMA Fiera delle energie RINNOVABILI

June 7th, 2007

IL CENTRO DEL SOLE
Con il PATROCINIO di Legambiente Piemonte e VdA, Regione Piemonte, Provincia del VCO, Comune di Verbania, Parco nazionale Valgrande, Parco del Lago Maggiore, Sacert, Kyoto Club, Tecnoparco del Lago Maggiore, Distretto dei Laghi, Tecnoparco Congressi, CSVSS, Ordine degli Architetti di NO-VCO, Banca Etica, Fondazione Cariplo, Fondazione CRT,
Confartigianato NO-VCO, CNA VCO, CCIAA VCO, CGIL VCO, UIL VCO, AVB VCO, IAL, CIA.

STAND DELLE MIGLIORI TECNOLOGIE ma anche CONVEGNI, DIBATTITI, ESPERTI

La manifestazione si svolgerà nei giorni 23-24 giugno 2007 nell’area interna e adiacente al Centro del Sole. L’ACCESSO DEL PUBBLICO E’ GRATUITO. Read the rest of this entry »

ICI tempi più stretti però si paga online con l’F24

June 5th, 2007

Nuovo appuntamento con l’Ici, ma quest’anno bisogna appuntarsi alcune novità. Innanzitutto ci sono tempi più stretti per prima e seconda rata per l’Ici 2007. Le scadenze fissate infatti sono sempre due, ma il termine ultimo è stato anticipato di qualche giorno:
- la prima rata (acconto) va pagata entro il 16 giugno (invece del 30 giugno);
- la seconda rata (saldo) entro il 16 dicembre (non più il 20 dicembre).
Quest’anno, poiché le scadenze cadono di sabato e domenica, i termini slittano al 18 giugno per l’acconto e al 17 dicembre per il saldo.
È inoltre possibile pagare l’importo totale in un’unica soluzione, comunque entro il 18 giugno.
Se si decide di versare a giugno l’intero importo 2007 in un’unica soluzione si dovranno calcolare da subito e per intero le nuove aliquote, e le eventuali ulteriori detrazioni e agevolazioni.
È stato poi ridotto da 90 a 60 giorni, senza incorrere in sanzioni, il termine per pagare imposta, sanzioni e interessi liquidati con l’atto di accertamento. Altra importante novità che può permettere di pagare l’ici direttamente da casa attraverso internet, senza code e senza dover pagare la tassa, è la possibilità di fare tutte le operazioni on line. Chi ha accesso via internet al proprio conto corrente in banca, attraverso il cosiddetto “home banking”, per i pagamenti dell’Ici può infatti usare il modello F24 (che finora era utilizzato, in via telematica, solo da chi è dotato di partita Iva), indipendentemente dalle scelte fatte dai Comuni con i propri regolamenti.
E i crediti d’imposta, risultanti dalla dichiarazione dei redditi (730 o Unico), possono essere utilizzati per compensare l’Ici (Quadro I Ici).

Via: ilsole24ore

Powered by ScribeFire.